Home » NEWS » abbazia di chiaravalle milano

abbazia di chiaravalle milano

Con l'episcopato di Enrico Settala, arriva la consacrazione della chiesa, nel 1221. Abbazia di Chiaravalle in tv Sara Bragonzi 2020-11-11T09:28:25+01:00 5 Novembre 2020 | Commenti disabilitati su Abbazia di Chiaravalle in tv L'Abbazia di Chiaravalle è stata protagonista di vari servizi televisivi sulla RAI e su Mediaset. Lasciò quindi sul posto un gruppo di confratelli con lo scopo di raccogliere fondi utili alla costruzione della chiesa. La torre nolare sale partendo dal tiburio, a un'altezza di 9 metri, con due sezioni di forma ottagonale, di 4,14 metri la prima e di 12,19 metri la seconda, per poi diventare di forma conica per 11,97 metri. Dal lato sud, interamente rifatto, si può avere un bel colpo d'occhio sulla Ciribiciaccola, che spicca sopra la chiesa. Siamo a sud-est di Milano, a soli 7 chilometri dal Duomo e a pochissimi minuti di auto dall’uscita S. Donato dell’Autostrada A1. Ad ogni grande campata centrale corrispondono così due minori campate per lato. Il campanile dell'abbazia è stato edificato sul finire del Settecento, anche se le sue forme moderne sono di fine Ottocento. Il braccio sud è dedicato ai santi e vescovi dell'Ordine cistercense: sopra la porta della sacrestia troviamo la Erezione del primo monastero di Cîteaux, gli ovali con la Vergine, san Benedetto e san Bernardo, san Domenico Abate, sant'Alberico, san Galgano e san Vittore monaco. A cavallo dell’anno Mille, la Pianura padana era coperta da paludi e foreste, ma le prime bonifiche messe in opera dai monaci per edificare conventi e abbazie resero la zona adatta a far pascolare il bestiame. Coordinate: 45°24′56.94″N 9°14′13.18″E / 45.415817°N 9.236995°E45.415817; 9.236995. Dal basso da sinistra si trova la Cappella di Santa Maria Maddalena, la Cappella di Santo Stefano Martire e la Cappella di San Rosario. Il braccio nord è dedicato ai martiri dell'ordine: sopra le tre cappelle troviamo San Bernardo di Poblet, San Tommaso Becket, arcivescovo di Canterbury, la Santissima Trinità, sulle altre pareti il Martirio delle monache cistercensi nel monastero di Vittavia e il Martirio di san Casimiro. Per maggiori informazioni www.mulinochiaravalle.itIl borgo di Chiaravalle è posto alla periferia sud-est di Milano. L'articolazione dell'interno è apprezzabile anche nell'assetto delle pareti esterne, scandite da muri di spina messi a rinforzo nei punti di maggior spinta delle volte. A sinistra dell'ingresso è la semplice struttura in laterizi a vista della chiesa di S. Bernardo, conclusa nel 1412, che conserva all'interno un'interessante decorazione pittorica di discussa attribuzione. È la zona più illuminata della chiesa, ricevendo luce da tutti i quattro lati, è la più importante per il suo significato religioso. Nel 1412 furono approntati la sacrestia, innestandola nel braccio destro del transetto e concepita come cappella profonda divisa in tre parti con tre campate differenti. La storia dell'abbazia proseguì normalmente nei secoli fino alla cacciata dei monaci da parte della Repubblica Cisalpina nell'anno 1798, già sfiorata con la politica di soppressione degli ordini monastici di Maria Teresa d'Austria, per diventare già quell'anno parrocchia del paese vicino. Un'altra possibilità, sempre da via Ripamonti, è prendere via dell'Assunta e percorrere via Vaiano Valle, che passa in mezzo ai campi e sbuca in via sant'Arialdo all'altezza del cimitero di Chiaravalle. Sulla campana è presente il marchio del fonditore con la data: Cfr. Le prime costruzioni realizzate dai religiosi furono provvisorie, e solo tra il 1150 e il 1160 venne incominciata la costruzione della chiesa attuale, che poi si protrasse per circa settant'anni, fino al 1221; di quella originaria del 1135 non rimane oggi alcuna traccia[1].

Come Nelle Favole Accordi, Antonio Pisu Est, Il Collegio 2 Backstories, Hotel Compagnoni Santa Caterina Valfurva, Nicola D'amico Astrofisico,