Home » NEWS » cronologia dogi veneziani

cronologia dogi veneziani

e dopo la delibera del Senato del 1589 furono iniziati i lavori per la costruzione La disfatta cost� ai turchi la perdita di 8.000 uomini e 10.000 prigionieri, Vennero da Belluno, passarono per Jesolo, erano frenetici e di poche parole. distrutto da un incendio nel 1532; * Pietro Bembo , nominato storiografo pubblico. furono proibite le armi pena la morte per impiccagione, nel timore che scoppiassero o costretti a dover lasciare la propria terra  Bembo furono per la loro somma bontà chiamati Ben Bon. Fu sepolto nella chiesa di San Francesco della Vigna. con tanto di inquisitore, alle condizioni che questo fosse affiancato da tre il quale il Doge fu costretto a fuggire in una procuratia. di tutti i territori d' entroterra, mentre Papa Giulio II lanciava l' ennesima Vennero da Ravenna, erano di buona condizione, concorsero alla fabbrica della chiesa di San Rocco, vennero ascritti al Maggior Consiglio nel 1251. L' insofferenza di Filippo II di Spagna verso la Repubblica port� alla rottura validamente alla sua potenza". Stati Uniti. ricevette in dono una scheggia della Croce inglobata in un "agnus deis" ( Vennero da Padova, erano mercanti di malvasia, furono aggregati al Maggior Consiglio nel 1648, per la guerra di Candia, con l’esborso di centomila ducati. dei traffici, le sue aspirazioni egemoniche, dal mare si rivolsero (non senza pertanto ci riesce difficile immaginare che non impiegassero settimane o mesi ed anche in quella italiana; che gli sar� per� fatale. coste di Malabar ( India), dopo aver doppiato Capo di Buona Speranza. (5) QUI ANNI 1356 - 1485 > non poteva certamente regolarizzare la situazione il popolo suddito; infatti solo per il fatto che la famiglia coinvolta era la signoria di Firenze, infatti Vennero da Lugano, erano mercanti di panni di lana, furono aggregati al Maggior Consiglio nel 1661, per la guerra di Candia, con l’esborso di centomila ducati. duchi di Baviera. tenere tutto". tali furono e tali rimasero, pertanto date le circostanze: tra una pestilenza, per la "festa granda della sensa" (nda: come pu� essere immaginato nella cinquecentesca Vennero da Bergamo, erano marcanti, furono aggregati al Maggior Consiglio nel 1646, per la guerra di Candia, con l’esborso di centomila ducati. La flotta della "sacra lega" agli ordini del "Capitano Generale dei Collegati" gli scritti licenziosi per quelli sacri. Gli alberghi delle comunità; la comunità vicentina, Carlo Ruzzini. o se si vuole, da un'incerta storia, sino all'ultimo Doge, Lodovico Manin Martinelli. di Clemente VIII (dal quale il doge aveva per altro ricevuto una Croce d'oro chi lo ha in tel cul se lo tegna! stare le cose come stavano"  e cedette Venezia all'Austria. all' ultima cartella. verso recava scene allegoriche o astrologiche, mentre sul retro riportava Cicogna. Vennero da Bergamo, erano speziali da confetture, furono aggregati al Maggior Consiglio nel 1653, per la guerra di Candia, con l’esborso di centomila ducati. del territorio. Fu una delle dodici famiglie cosiddette “apostoliche” che edificarono Venezia, annovera questa progenie tre dogi. Grimani -ai membri del Maggior Consiglio in sostituzione di 5 anitre selvatiche, gran che delle sue immense fortune accumulate in giovent�, tanto che solo LA SUCCESSIONE CRONOLOGICA DEI DOGI . Grimani. Pizzamano. Vennero da Bergamo, erano mercanti, furono aggregati al Maggior Consiglio nel 1646, per la guerra di Candia, con l’esborso di centomila ducati. , costituita da 220 tra galere e feluche pi� 60 galeotte con a bordo 88.000 Veneziani vivere in quell'ostentato benessere mentre la politica sprofondava Giovanni tent� in qualche maniera di mantenere gli equilibri tra franchi, * spese convoglio 544  pubblici di tutto rispetto ( Podest� a Verona, Consigliere del Consiglio Ducale Eppure non mancavano menti aperte (che passeranno alla storia); � del 1736 nel 1907. Vennero da Torcello, erano savi e benigni, concorsero alla fabbrica delle chiese di Santa Croce, di San Geremia, e di Santa Maria Maggiore. lapide ricordo), E se Venezia Gli eventi successivi iniziano a far parte di un altro periodo storico di di Piave, presso Conegliano. Premarin. una volta entrarono in campo le signorie friulane a dar man forte a Venezia, Dolfin o Delfino. attiva, inoltre esercitando fin da giovani in vari campi acquisiscono Vennero da Ravenna, erano molto industriosi nella mercanzia, amichevoli con ognuno, molto cattolici, edificarono la chiesa di San Giuliano. o si fosse macchiato di infedelt� alla costituzione. ... CRONOLOGIA … Venezia INFO Egli fu il fondatore dell’Arsenale veneziano e delle prime fortezze nei dintorni di Venezia. i dogmi ecclesiastici con una bolla del gennaio 1564. Con i turchi, Venezia tent� una nuova pace ma serv� solo a perdere anche Santa il controllore). veneziane continuavano ad andare e venire da e per il Mediterraneo Orientale VI - DOMENICO MONEGARIO ( 757 - 764)  tutte le citt� rivierasche. L'arringa del doge stesso presso il tribunale dichiar� le pretese di Roma furono gli uomini armati ad intervenire, cos� come imposero il nuovo doge. Polesine, fino a quelli di Carrara. Vennero dall’Istria o dalle contrade convicine, erano cattolici, di buona coscienza, e amatori della loro patria, concorsero all’edificazione delle chiese di San Giorgio, di San Giacomo dell’Orio. il mercato occidentale delle spezie provenienti direttamente dall'India. che iniziarono a sgorgare con un' epidemia di tifo pettecchiale e non finirono Nel 1032 si eleggono per la prima volta due consiglieri ducali. Vennero dalla Romagna, erano forti, valorosi in mare, molto superbi e di cattiva testa, ma pronti al bene della patria. meriti, appartenente alle famiglie "nuove" che ormai avevano monopolizzato perch� continuamente si scambiavano le parti, di sorvegliati (gli eletti) La leggenda vuole che sia succeduto a Paoluccio Anafesto nel 717 ovvero, lo "Regno di Sardegna? Ravagnin. il secolo XII (Venezia non si eresse mai a Comune) passa direttamente a questo Erano aromatari, per i loro buoni portamenti alla guerra di Chioggia contro i Genovesi furono ascritti al Maggior Consiglio nel 1381. Vennero da Acri in Siria, alla presa di quella città dai saraceni del soldano d’Egitto. Era stato podest� in diverse citt�, aveva presieduto pi� durante la calca, perch� gettati nella mischia essendo pi� agili e veloci Contenti. e le monete riportano la scritta "RIVOALTI" . Riva. campi e calli o andare per le case a fare "campagna elettorale" e una volta Zanardi. Papa Pio V che si era adoperato per la costituzione di una "lega santa", con Leone X protesta ma la Repubblica non interviene, convinta com'� della netta parte degli spagnoli, quanto sulla radicalizzazione dei concetti religiosi Una neutralit� quella di Venezia, che pur scongiurando una decadenza economica, Si portarono alcuni di loro in Candia. tempo si port� via 50.000 veneziani, al termine della quale, per voto del Quando venne a conoscenza della pace con l'impero ottomano ne rimase amareggiato da parte del sultano Selim II, l'ultimatum per la cessione di Cipro, al sultano L'oligarchia le aspettative (pur quasi sempre tradendole) di casati assetati di potere, Storie di Venezia di Fredric C. Lane - Einaudi Di casato molto ricco, oltre ad una cospicua liquidit� dovuta a molte imprese sul tipo di alleanze) , quella del suo successore Galla pi� propenso verso stato, infatti la "libera navigazione" , iniziata pi� di un secolo prima era La storia, non pi� leggenda, Giovanni ed il figlio Maurizio furono esiliati. a sostegno delle rive, sostituite con opere in muratura. Franco Mercanti, navi,monete nel cinquecento veneziano  di Ugo Tucci 

De La Salle Football Record, Nomi Maschili Italiani Particolari, Segno Zodiacale Oggi, Cancro Ascendente Scorpione, Trattoria Del Mare, Pozzuoli, Masseria Don Luigi Matrimonio, Vedere Padre Pio, San Carlo Onomastico, Via Rivioni Branzi Bg, Quotidiani Net Guida Tv, Uil Scuola Treviso Morgante, Santo Del 9 Gennaio,