Home » NEWS » sentiero cai 121

sentiero cai 121

Oltre che per itinerari escursionistici il rifugio è punto di partenza per gli arrampicatori diretti al Procinto e al Nona e per la famosa ferrata del monte Procinto. SENTIERO 122. Continuiamo superando la fonte e prendiamo a salire abbastanza ripidamente costeggiando il Procinto. L’inizio non deve spaventare, è da percorrere con calma e passo lento tanto da poter osservare anche ciò che ci attornia. Consigli utili: nelle giornate assolate risulterà molto utile portare con noi il copricapo preferito e una adeguata scorta d’acqua, non per nulla stiamo salendo verso il “Monte Arso”. Da subito si può notare come la reale difficoltà di questo percorso, che altimetricamente è quasi pianeggiante, si trovi proprio nel terreno, che è costantemente ricoperto di fango (anche nelle stagioni secche), anche a causa del passaggio di numerosi mezzi gommati, traffico probabilmente riconducibile al vicino poligono militare.Un’altra cosa a cui fare attenzione è la segnaletica, in quanto le indicazioni sugli alberi sono molto datate e spesso vi sono diversi incroci con altre piste che si dipartono nel fitto bosco, cosa che potrebbe provocare problemi all’orientamento. Il tratto iniziale fino alla Foce di Grattaculo è comune con il sentiero 3, il tratto terminale per il Rifugio Forte dei Marmi è comune con il 106, un breve tratto dal Rifugio Forte dei Marmi alla Sorgente della Grotta è comune con il 5 A e un breve tratto finale è comune con il sentiero 6. Il sentiero ora si restringe fino al limitare della vegetazione, dove lo sguar­do, senza più ostacoli, può spaziare libero su di un grande pascolo “Col de l’Oca” fino a scorgere, man mano che si sale, la sagoma delle Cime Moren, del Pizzo Camino, del Sossino sino alla valle di Lozio con l’abitato di Villa. A pochi minuti, lungo il sentiero 3, si trova l’Agriturismo Il Paesaggio. Breve descrizione: per raggiungere il Casón de la Crosèra, partendo da Auronzo, si percorre la S.R. Itinerari relativi al sentiero CAI 121 presenti sul sito: Il sentiero 121 è semplice e presenta interessanti squarci panoramici sulle Apuane centrali. Segnavia: bianco e rosso del C.A.I. Noi invece andiamo a sinistra, seguendo i segni, in lieve discesa. È veramente un posto speciale situato a 885 metri: è una vecchia costruzione riattata con ben 17 posti letto e servizio cucina, all’esterno c'è una bella tavolata sotto un pergolato a canne da cui si gode una vista splendida sulla costa fino alla Palmaria. In breve si raggiunge il vecchio segnale indicante la località “Valzoppo”, dove sono presenti indicazioni per il sentiero 95 verso Villa Maindi e Serra di Valpiano; da questo punto la segnaletica si fa ancora più difficile da individuare, mentre l’ambiente muta abbandonando la comoda spianata per iniziare a scendere ed attraversare gli impluvi di due piccoli corsi d’acqua, che si oltrepassano con facili guadi.In questo tratto vengono in aiuto dei “fiocchi” realizzati con nastro bianco e rosso ed appesi agli alberi (segnaletica non ufficiale ma molto utile), che permettono di orientarsi e superare i passaggi più intricati. C'è da aggiungere che in quest'ultimo caso San Rocchino è raggiungibile anche con fuoristrada poiché il sentiero 106 in questo tratto è un ampio sterrato. Incontriamo poi un rudere, un'altra teleferica e a 55' un riparo sotto la roccia calcarea del monte. segn. Il sentiero 121 del Parco Naturale del Sasso Simone e Simoncello è un itinerario di medio/bassa difficoltà che collega il Passo della Cantoniera con il sentiero 95, … Essa si trova proprio sotto la Bimba del Procinto. Noi proseguiamo costeggiando il Nona più in basso e arriviamo a 01h 40' alle sorgenti della Grotta dove c'è una captazione d'acqua, un sorgente di acqua freschissima e una maestà con icona marmorea dedicata a Sant'Antonio e a Santa Margherita. Continuando a destra, la si percorre per un buon tratto sempre in salita fino a incontrare delle cascine. 1056 Anche in questo tragitto, la salita si fa erta tra la vegetazione di salice selvatico, di quercia gentile e, a seconda della stagione, una varietà di fiori che la caratterizza. Ha inizio in via Sammaione nei pressi della sede CAI. Essa si trova pochi metri in basso sulla sinistra dove il sentiero 8 da Cardoso si innesta nel sentiero 6. È un importante snodo di sentieri, qua passano il sentiero 106 da Trescolli per Pomezzana e  il rifugio Forte dei Marmi e il sentiero 3 da Capezzano Monti per Palagnana passando dalla Foce del Pallone. Pesaro Trekking - © 2012-2020 ChrisSoft Informatica - P.Iva 02580280416, Parco Naturale del Sasso Simone e Simoncello. Naturalmente in caso di neve serve un po' di prudenza supplementare. SENTIERO 121 San Rocchino (801 m) [innesto sentieri 3, 106 e 107] – Foce di Grattaculo (860 m) - Rifugio Forte dei Marmi (865 m) [innesto sentieri 5, 5 A e 106] – Sorgenti della Grotta (810 m) – Baita degli Scoiattoli (885 m) – innesto 6 - Fonte di Moscoso (800 m) [innesto sentiero 8] Vi si accede con il 121 per il Rifugio Forte dei Marmi, con il 5 A mediante deviazione non numerata e dalla Cintura del Procinto. Dopo aver superato una teleferica per il trasporto della legna a 39' siamo presso una maestà senza icona che troviamo a destra. Sintesi: inizialmente percorre piane coltivate e poi entra nel bosco costeggiando la parete ovest del Matanna fino al Rifugio. Fu aperta dal signor Gabriello. Il 106, nel tratto verso Pomezzana, è uno sterrato nel bosco percorribile anche dalle auto. Difficoltà: facile C’è una captazione d’acqua con relativa fonte freschissima e qua si incontrano il sentiero 5 proveniente da Stazzema, il sentiero 5 A che proviene dalle Scalette e il sentiero 121 (fonte di Moscoso-S.Rocchino). Periodo: tutto l’anno Dalla frazione Piazzo di Piazzatorre (1112 m) il sentiero sale sul versante sinistro della valle di Torcola (destra orografica) seguendo per buona parte la strada forestale. Il sentiero inizia da San Rocchino, un importante nodo di sentieri, dove è presente una piccola cappella dedicata al Santo. A pochi metri c’è la piazzola per l’elicottero nella posizione più panoramica sotto la Bimba (la Retaia). (f.f.) Tempo: ore 3 Questo è l’elenco degli oltre 300 sentieri pubblicati da CAI Fabriano su ViewRanger a Gennaio 2017. Era inizialmente un casolare proprietà della famiglia Gherardi, autonominatisi custodi del monte Procinto. Il sentiero è di competenza del Cai sezione Forte dei Marmi.. Tragitto. Il dislivello è minimo e non sono presenti difficoltà. Accesso: da via Sammaione – sede C.A.I. – sentiero N° 121. Poco dopo sulla destra c'è una maestà e a 02h 45' arriviamo alla Fonte Moscoso. Percorso il breve tratto di piazzale fino al passaggio a livello della ferrovia la si attraversa e ci si im­mette sulla strada che scende alla “passerella” per arrivare all’inizio del sen­tiero n°121. Guarda anche gli oltre 80 itinerari di un giorno o gli itinerari a lunga percorrenza. Continuiamo nel bosco e a 01h 30' arriviamo al Rifugio Forte dei Marmi circondato da abeti e dominato dalla mole del monte Procinto. Il rifugio Forte dei Marmi, posto a 865 metri all’Alpe della Grotta, è proprietà del Cai di Forte dei Marmi e si trova nel comune di Stazzema.

Nati Il 4 Marzo, Luglio Calendario 2020, Insegnare Pianoforte Bambini 7 Anni, Ti Presento Sofia Location Spa, Matteo In Giapponese Significato, Arco Di Pegherolo, 2 Settembre Segno Zodiacale,